07/05/11 - Rovigo - 10° Torneo Città di Rovigo PDF Print E-mail

 

 

10° Torneo Città di Rovigo

 

 7 maggio 2011

*

Cavalieri impegnati nel torneo: Crotti, Conti, Nardi, Zucchi, Saturnino, Torre, Dapelo, Galiberti, Elies, Cavallo, Morasso, Mangiapanello, Lerda, Selva, Franz Gropplero, Micco, Corinni e Petronio.

*

Manovra di avvicinamento al Polesine in ordine sparso. Area di servizio Po Est alle 12.30 circa. Sul vassoio di un cavaliere vengono segnalati: un grande piatto di pasta asciutta, una porzione di prosciutto crudo, uno sfilatino di pane impastato con le olive, una capiente scodella colma di fagioli rossi annegati nell’olio di oliva, una generosa fetta di dolce ed una birra media! Il primo pensiero è se non sarà troppo dificile da digerire, se non sarà pesante prima di giocare, se la digestione non sottrarrà troppo ossigeno ed energia agli altri organi.Ma delle conseguenze di questo primo episodio parleremo dopo dato che, come prima cosa, ci sono da mettere nel giusto risalto tre circostanze probabilmente i r r i p e t i b i l i: 

1° - tutta la squadra è arrivata puntuale anzi, a voler proprio fare i pignoli, con un po’ di anticipo sui tempi fissati dagli organizzatori; 

2° - Enrico Selva non è arrivato per primo all’appuntamento anzi, a volergli proprio massaggiare a tutti i costi i marroni, è giunto fra gli ultimi; 

3° - Pizzagalli ha disertato l’evento suscitando sorpresa e sgomento nei suoi coetanei rodigini Motta e Visentini cui per il disorientamento sono ritornati neri i capelli. 

La squadra, confortata dal capace e fedele Macchia Nera (che seppur infortunato e quindi impossibilitato a giocare, con puro spirito di appartenenza al Club si è sobbarcato il viaggio per sopperire alla mancanza di alcuni posti auto) è stata indottrinata con chiarezza e senza fretta dal Capitàno (sempre sia lodato) durante il rito della vestizione. Niente di nuovo beninteso, tutta roba vecchia che anche l’ultimo esordiente al Trofeo Topolino conosce e sa mettere in pratica, tutte cose dette e ridette anche dal coach P. van Zaam: non ostinarsi in dispendiose e spesso controproducenti maul che sfiancano inutilmente i panzoni del pack ma andare a terra, pulire e far viaggiare la palla al largo. Precetti semplici a dirsi ma quasi mai applicati e rispettati in partita.Tranne in questa occasione.Avrà indotto i Nostri ad adeguarsi e ad applicare questi suggerimenti la circostanza che ogni pacchetto con cui hanno oggi avuto a che fare aveva mediamente 130/150 kili di carne in più?Forse. Sta di fatto che i baruffanti della mischia non hanno cercato a tutti costi il punto d’incontro e che ad ogni contatto si sono rifugiati velocemente a terra, altrettanto velocemente hanno pulito la palla che, in un amen, era già all’apertura grazie alle instancabili (e precise) braccia del metronomo Tower. 

La giornata può essere definita vinta dalle insegne arlecchine:

- vittoria 1 a 0 sui Beerbanti di Ascoli con meta di Jumping Chris Flash;

- vittoria 2 a 1 regalata al Monza (due errori difensivi non perdonati dai brianzoli che segnano dopo due lunghe galoppate). La nostra meta è stata segnata, dopo una lunga azione alla mano, dal recidivo Jumping Chris Flash;

- vittoria 1 a 0 sul Sesto Tempo di Sesto Fiorentino con meta di Curly Infradito Tony dopo una profonda e volitiva percussione. Partita sospesa dall’arbitro per qualche inelegante ceffone interscambiato. 

Ma cos’è successo?

Cosa può aver causato questo inusuale (per i Cavalieri) risultato?

Perché a Be Be Zop Charlie sono saltate così velocemente le tavolette?

Semplice: il carico di cibo ingurgitato nell’area di servizio è stato davvero troppo; la furibonda digestione che ne è conseguita gli ha impegnato una esorbitante quantità di sangue sottraendolo al cervello che nello stress del contatto fisico ne è rimasto privo causando il brutto corto circuito.Ma se tutto questo è vero (si era distanti dalla zona di operazioni e non si è visto bene) cosa c’entrava l’incolpevole Claudiano che ha rimediato l’espulsione ed una nuova piccola ferita nell’occho rimasto sano nella tasferta di Sesto? Approfondite indagini sono in corso.

*

Prestazione ineccepibile ma in bianco e nero per il Capitàno (sempre sia lodato) che forse è rimasto scioccato più del necessario dal ritardo accusato dal sempreprimo Selva. Il povero Capitàno (s.s.l.) avrà pensato “se incomincia a balcanizzarsi anche il retto Selva sono finito!”. 

Quando tutti compiono con diligenza il proprio dovere la squadra non ha bisogno di eroi che sbroglino a mani nude le matasse di filo spinato e Franz K. Von Groppler ne ha approfittato per prendersi una giornata di riposo, svolgendo con ragionata irruenza solo l’ordinaria amministrazione. 

Da segnalare le veloci e ficcanti serpentine di J. C. Flash in una con la volitiva prestazione di C. I. Tony solo in minima parte appannata da un’inopportuno sfogo in lingua punica verso i compagni di reparto. 

Dispacci d’agenzia, il cui contenuto non è stato confermato dalla dirigenza, riferiscono di una lunga telefonata a fine partita tra il Capitàno (s.s.l.) ed il coach Peter D. van Zaam. I due avrebbero discusso della prestazione maiuscola di Moticiullolapalla Tower (che ha firmato autografi ad estasiate signorine e rilasciato interviste ai network nazionali) nel ruolo di mediano di mischia, paragonandola a quelle del suo predecessore, attualmente in Nuova Zelanda per una vacanza-studio.

Circolano insistentemente alcune voci, non smentite dagli interessati, secondo cui verrà inoltrata una richiesta formale ad Air New Zealand perché annulli, revochi, cancelli o comunque cacci via il biglietto di ritorno in patria di quello che ormai, a tutti gli effetti, molti indicano come ex titolare della maglia n° 9. 

Da annotare il primo cap di Andrea Petronio che, a parte qualche incertezza dovuta all’emozione per l’esordio, merita la sufficienza per l’impegno profuso. Soprattutto nel terzo tempo. 

 

Cavaliere dell’Evento: Macchia Nera

Cavalieri dei match: Elies, Morasso e Torre.

 

Dal Vostro inviato da Rovigo, per la C.N.N.

Ziotarzàn 

 

 

Who's Online

    We have 11 guests online


Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, Websytz hosting. Valid XHTML and CSS.