21/05/11 - Cuneo - Torneo d'Oc PDF Print E-mail

Torneo Rugby d’Oc – Cuneo ( Italia ) 

 

Alle quasi “cinco de la tarde”, in perfetto ritardo, quattro disgraziati caracollano a piedi nell’assolata pianura della Granda cercando di raggiungere la Club House dei Marì Garsoun; tre già affaticati dal seppur lieve peso della borsa ed il quarto già azzoppato senza aver toccato il prato.  Ma chi sono?

Tre Massimi ed un Paolo: questa la sparuta ma valida rappresentanza dei Cavalieri che invitata dagli amici occitani con grandi attese non ha perso l’occasione per disattendere tutte le aspettative ricevendo nonostante tutto i sinceri ringraziamenti per la nostra partecipazione. Che non ci saremmo presentati al gran completo era già noto al Narvalo quando al ritorno da un viaggio agli antipodi aveva scoperto che nessuno si era premurato di sollecitare le partecipazione a tutti i giocatori. Aveva quindi avvisato i nostri amici di togliere la nostra squadra dal calendario e chiesto a Ben del Riviera di formare una mista italo-francese o meglio franco-italiana. 

 

Per onorare l’evento sportivo si sono presentate a questo quadrangolare quattro squadre:  i padroni di casa dei Marì Garsoun, i Barberans di Alessandria, gli Asti Old ed appunto i Riviera Barbarians. Partite da due tempi da dieci minuti abbastanza equilibrate ad esclusione della sonante vittoria per 6-0 dei nostri valenti rappresentanti sui Barberans  ed il 4 a 1 dei Marì Garsoun su Asti, mentre fa scalpore la vittoria di Asti sui Marì Garsoun . Le ultime due partite sono state ridotte ad un tempo solo, la prima vede la vittoria di Alessandria su Asti mentre nell’ultima il fattore tempo unitamente al fatto che i piemontesi hanno schierato sei valenti ragazzi della Taurina presenti sul campo ha fatto registrare l’unico 0-0 della giornata ed anche l’unico pareggio dei Riviera che avevano già battuto per uno a zero gli occitani vincendo quindi il torneo.

 

I francesi si sono presentati come sempre con una squadra molto giovane, il solo Ben era un vero Old, e molto valida, i nostri schierati con Paolo ed il Capitano piloni ed il Narvalo nell’inaspettato ruolo di ala, hanno come sempre brillato, soprattutto il Capitano con un immenso placcaggio su un pilone avversario di notevole stazza sebbene interrogato successivamente al proposito su come fosse riuscito nell’impresa ha sintetizzato il notevole gesto atletico con un chiaro ed inequivocabile: “Non so!”.

Anche se in tre siamo riusciti a produrre il solito infortunato di giornata: il naso di Paolo ha ritenuto posizionarsi fuori asse a seguito di un fragoroso impatto in mischia.

 

A fine partita terzo tempo a base di salumi, acciughe al verde, pastis e sangria ed a seguire tanta birra ad innaffiare una cena eccellente servito sotto una grande tenda. Protagonisti rumorosi sono stati gli alessandrini che hanno coinvolto gli astanti in canti goliardici con l’immancabile messa in chiaro del lato “B” di alcuni atleti.   

    

Gli occitani, che indossavano un elegante kilt dai toni blu-granata, si sono dimostrati come l’anno scorso degli ottimi padroni di casa ed il rammarico per l’assenza al torneo dei Cavalieri di S. Giorgio è stata ancora più grande nei presenti.

 

La mancanza di un calendario stilato all’inizio anno e la presenza di varie anime organizzatrici che si animano solo in corrispondenza degli eventi che solleticano il loro personale interesse impedisce ai componenti della squadra di programmare il loro tempo con largo anticipo onorando al meglio gli impegni ai quali viene invitata. 

 

Buon rugby a tutti.

Macchianera.

 

 

Who's Online

    We have 5 guests online


Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, Websytz hosting. Valid XHTML and CSS.