25/05/13 - TORNEO RUGBY D’OC 2013 PDF Print E-mail

 

 TORNEO RUGBY D’OC 2013

 

Cuneo, 25 Maggio

 

Lo avevano detto la sera dell’allenamento di mercoledì dopo aver salutato la famiglia di Ernesto, lo hanno ripetuto al momento dell’ultimo saluto e confermato nelle  decine di mail che rimbalzavano nell’etere: questo torneo andava giocato e vinto per lui. 

Per mantenere la promessa 25 Cavalieri, capitanati da Massimo Zucchi, si sono presentati nello splendido impianto sportivo di Madonna dell’Olmo  e mostrando un gioco arioso e convincente hanno meritatamente vinto l’ambito trofeo in terra occitana.

 

 

L’accoglienza è stata come al solito calorosa, le  squadre invitate sono quelle di sempre: i francesi  Barbarians Cote d’Azur dell’amico Ben, i Barberans di Alessandria, i Takatani di Asti ed i padroni di casa Marì Garsoun: i “cattivi ragazzi” del Pedona rugby.

 

L’abbondanza di giocatori ha permesso di schierare formazioni di volta in volta modulate in relazione alla tipologia ed alla forza dell’avversario nelle quattro partite da venti minuti affrontate.

 

Abbiamo esordito con i francesi in una partita condotta per buona parte della gara, la chiave della partita, ma devo dire elemento comune di tutto il torneo, è stata la buona pulizia della palla in mischia con uscita veloce della stessa che ha permesso al mediano di mischia di aprire rapidamente al largo. Un perfetto inserimento di Tommy Martino ci ha permesso di passare meritatamente in vantaggio in una partita che si avviava sui tranquilli binari della vittoria quando una combinazione all’esterno dei giovanissimi tre quarti transalpini tagliava la nostra difesa e portava alla meta del pareggio. Come sempre i francesi grazie alla loro formula ”loisir” che ignora le regole “old” del resto del globo terracqueo si sono presentati come al solito con squadra estremamente giovane ad eccezione dell’estremo britannico. Pareggio quindi che ci ha lasciato l’amaro in bocca ed aumentato la rabbia della quale hanno fatto le spese gli amici alessandrini dei Barberans spazzati via in una gara senza storia. Due mete di Franci ed una di Carletto che,  confermando che i miracoli esistono, ha giocato una gara quasi perfetta tenendo in mano tutti i palloni che gli venivano consegnati; ma tutta la squadra ha espresso un gioco finalmente convincente ed i complimenti degli avversari hanno confermato quello che appariva evidente da chi osservava i compagni fuori del campo aspettando il suo turno a scendere in campo.

 

Il terzo incontro è stato forse il più difficile in quanto la rotazione dei giocatori ha fatto sì che la formazione che ha affrontato i padroni di casa, seppur valida, schierasse alcuni giocatori fuori ruolo. D’altra parte gli avversari individuando in noi i veri avversari verso la vittoria profondevano tutte le loro energie per cercare di superarci.  La partita a dispetto del risultato è stata vibrante ed interessante, abbiamo avuto l’occasione per portarci in vantaggio ma purtroppo Enrico si è dimenticato della regola che vieta di correre più di venti metri ed ha vanificato un superba azione alla mano. Gli ultimi minuti ci hanno visto subire forse un po’ troppo ma come detto è stato il momento di massimo sforzo dei Marì Garsoun mentre  la nostra difesa ha neutralizzato ogni loro tentativo.

 

Senza nessun calcolo di classifica abbiamo affrontato nell’ultima gara i Takatani di Asti, un’atra gara dominata dall’inizio alla fine come contro i Barberans ma a differenza di quella partita siamo riusciti a segnare una sola meta con uno splendido inserimento di Tony che ha finalizzato un’entusiasmante azione alla mano dei tre quarti.

 

La notizia della vittoria per differenza mete nei confronti dei francesi ci raggiungeva sotto la doccia ed immediatamente il pensiero di tutti noi è andato a lui e mai come in quel momento ci è mancato il suo incedere caracollante ed il suo sorriso.

 

Un torneo finalmente ben giocato dalla squadra con un impegno dei singoli raro a vedersi che come detto ha riscosso l’unanime riconoscimento da parte degli avversari che hanno giudicato la nostra squadra la giusta vincitrice.

 

Nella speranza che non si tratti di un singolo evento ma l’inizio di un periodo felice dei Cavalieri  al momento allietati dalla notizia che finalmente quest’anno avranno al loro fianco molti elementi delle Orche nella squadra che disputerà il Trofeo delle Repubbliche Marinare.

 

 

 

Partecipanti:  Massimo Calandri, Antonio Capalbo, Claudio Conti,  Fabrizio Corinni,  Andrea Donati,  Antonio Elies, Carlo Galiberti, Francesco Gropplero, Giovanni Mangiapanello, Enrico Mantovani, Tomaso Martino, Claudio Micco, Christian Morasso, Gianrenato Nicosia, Nicola Odone, Gibo Parodi, Andrea Petronio, Tomaso Pittaluga , Massimo Razore, Stefano Rocca,  Ferdinando Saturnino, Paolo Scarpa, Fulvio Sposaro, Salvatore Vassallo e Massimo Zucchi.

 

RISULTATI:

 

Cavalieri di S. Giorgio - Barbarians Cote d’Azur               1 – 1     ( Tommaso Martino ) 

Cavalieri di S. Giorgio - Barberans di Alessandria            3 – 0      ( Francesco Gropplero (2), Carlo Galiberti  )

Cavalieri di S. Giorgio - Marì Garsoun                                0  - 0

Cavalieri di S. Giorgio -  Takatani di Asti                                     1 – 0     (Antonio Capalbo)

 

 

 

 

Who's Online

    We have 9 guests online


Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, Websytz hosting. Valid XHTML and CSS.