14/12/13 - Genova - CIAO STE' - ERNESTO - ANDREA. Triangolare con Orche e Ribolliti PDF Print E-mail

 

SORRISI E MINZIONI
A Genova, campo Carlini, sabato 14 dicembre 2013 ore 11.00 e seguenti
*
Cavalieri che hanno servito sotto il fermo comando dell’intrepido Capitan Zucchi (sempre sia lodato):

*

 

Morasso, Pizzagalli, Rocca, Nicosia, Berlinghieri, Odone, Capalbo, Di Muzio, Pezzana, Saturnino, Micco, Alfredo Olivieri, Elies, Noto, Petronio, Mantovani, Boero, Conti, Baldi, Rapali, Cirilli, Selva, Alberto Oliveri, Vassallo, Festoso, Calandri, Scarpa, Martino, Barbagelata.
*
CAVALIERI DI SAN GIORGIO – ORCHE Recco 0 - 1
CAVALIERI DI SAN GIORGIO – RIBOLLITI Firenze 1 – 1 con meta di Alfredo Olivieri.
ORCHE Recco – RIBOLLITI Firenze 1 - 0
*
Il torneo organizzato per onorare la memoria di Stefano Bianchi, Ernesto Renzi ed Andrea Donati è stato meritatamente vinto dalle Orche che hanno mostrato una migliore organizzazione di gioco ed una rigida disciplina, in campo e fuori. Partita un po’ spigolosa quella coi fiorentini pareggiata da un’invenzione di Alfredo Olivieri che si appropria di una palla uscita solitaria da una ruck avversaria involandosi in meta.
Da evidenziare le solite cornate del Capitano (sempre sia lodato), qualche lampo del Marchese di Sottoripa che accusa comunque un evidente ritardo nella preparazione atletica e la bella prestazione di buona sostanza di Alessandro Noto che, senza tema di smentite, può essere eletto Cavaliere del Torneo non solo per il miglior modo di portare la berretta.
*
Si è sentita la mancanza di Gropplero, Cavallo, Galiberti, Torre, Bagnara e Parodi mentre non si sarebbe minimamente avvertita l’esigenza delle polemiche di retroguardia sull’organizzazione dell’evento che, invece, hanno tenuto desto l’animo di alcuni.
La cerimonia commemorativa a centro campo - ideata ed organizzata dal proteiforme Tommy per dare la possibilità a chi non l’avesse fatto in partita di toccare la palla - è stata per l’appunto toccante, per tutti!
*
Impeccabili gli arbitri della manifestazione Sasà Vassallo da Erice e Mauro Pizzagalli da Bergamo ai quali il competente assessorato del Comune di Genova sta pensando di affidare incarichi direzionali nella gestione del traffico natalizio per la disinvoltura e l’eleganza gestuale con cui usano il fischietto.
Continuano le strepitose performance di Ndiaye Maria Addolorata ‘Nkono aventi ad oggetto le ormai giustamente famose trofie al pesto di asparagi e l’impareggiabile frittura di lamprodeschi del golfo.
E’ proprio vero: un nulla ci consola perché un nulla ci affligge.
Ziotarzàn 

 

Who's Online

    We have 7 guests online


Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, Websytz hosting. Valid XHTML and CSS.