23/02/07 - Watsonians vs Cavalieri di San Giorgio PDF Print E-mail
Written by Administrator   

Edinburgo 23 Febbraio 2007

La partita più dura dal punto di vista fisico e tecnico giocata dai Cavalieri è probabilmente questa di Edimburgo, avversari i prestigiosi Watsonians. In una straordinaria cornice rugbistica abbiamo affrontato una squadra scozzese più giovane ma

 soprattutto più forte fisicamente, spietata ed aggressiva in difesa, abile a recuperare palloni e a contrattaccare con rara efficacia. Nonostante tutto, i Cavalieri erano partiti con grande entusiasmo mettendo in difficoltà i padroni di casa. E tuttavia, alcune cariche permettevano solo di avvicinare la linea di mèta. Sul primo ribaldamento di fronte i britannici andavanoa segno, ma questo non spegnava la determinazione dei liguri. Al contrario. Una rolling maul crollava all’interno dell’area scozzese, e i Watsonians – con grande signorilità – accordavano generosamente la metà agli ospiti. Ma nel giro di pochi minuti tornavano in vantaggio, chiudendo la prima frazione sul due a uno. Squadre rivoluzionate nella ripresa, con i scozzesi ancora più forti di prima. Grazie anche a qualche intercetto di troppo, i Cavalieri andavano sotto tre volte ancora. Finiva così, con un 5-1 severo ma sostanzialmente giusto. Nonostante l’impegno e la prestazione complessivamente buona dei liguri. Troppo forti i Watsonians, la squadra dei mitici fratelli Hastings, all’inizio di una giornata di grande rugby che di lì a poco sarebbe proseguita con la straordinaria vittoria dell’Italia a Murrayfield. Da segnalare nei Cavalieri l’esordio dell’estremo cogoletese Pezzoli, bravissimo in partenza ma poi sfortunato protagonista perché vittima di un brutto infortunio ad una spalla. Di questa suggestiva trasferta si ricordano le scorribande del terzetto di Cogoleto – Cavina, Municchi, Pezzoli -, l’indimenticabile notte gironzolando intorno al castello di Edimburgo, un paio di cariche in partita di Vignolo, un’altra carica ma fuori dal campo di Barbagelata, i miasmi mefitici dello stesso Barbagelata, i pantaloncini immacolati di Ghersina, il tifo dell’avvocato Saturnino, le scarpe sfondate del lupo Nardi, un imbarazzante balletto in un bar ad uso e consumo d’un gruppo di gallesi ubriache, lo sciagurato rientro all’alba.

Dal vostro inviato Narvalo

 

Who's Online

    We have 18 guests online


Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, Websytz hosting. Valid XHTML and CSS.